Saranno 42 i Paesi che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2018 che si terrà l’8, il 10 e il 12 maggio a Lisbona. Lo ha annunciato oggi in una conferenza stampa la TV organizzatrice RTP che ha anche rivelato lo slogan e la grafica per l’edizione 2018, All Aboard!

Il Portogallo come paese ha sempre collegato l’Europa al resto del mondo attraverso l’oceano, e 500 anni fa, Lisbona era il centro di molti dei più importanti itinerari marittimi del mondo. Oggi, Lisbona ha usato la connessione con l’oceano come ispirazione per lo slogan All Aboard, invitando la comunità internazionale a riunirsi per il concorso di quest’anno.

© EBU/RTP

L’Europa è unione di molte persone, e questo tema ha ispirato anche il team di progettazione della RTP ad introdurre diversi loghi per il 2018, piuttosto che un’unica immagine. Il logo principale che rappresenta una conchiglia viene fornito con altre dodici versioni, che si basano sul concetto della vita diversa negli oceani e che descrivono le meraviglie di un mondo galleggiante, come il plancton e una serie di altri organismi che sono essenziali per l’equilibrio degli ecosistemi acquatici.

© EBU/RTP

Attraverso questi loghi diversi, il concetto creativo ritrae temi chiave come la diversità, il rispetto e la tolleranza. I loghi saranno creativamente adattati e utilizzati durante l’evento. Gonçalo Madaíl, responsabile creativo della RTP, ha dichiarato: “Per secoli il Portogallo ha esplorato il mondo attraverso il mare. Oggi, Lisbona è sempre più la città di tutti i colori, un grande porto di culture e suoni che vi accoglie tutti per salire a bordo!”

L’Eurovision Song Contest vedrà 42 paesi salire sul palco di Lisbona. L’edizione 2018 sarà un anno speciale per la Svezia che parteciperà per la sessantesima volta. La Russia ritorna in concorso anche dopo l’assenza dello scorso anno.

Jon Ola Sand, Supervisore esecutivo dell’EBU, ha dichiarato: “Siamo estremamente soddisfatti del tema creativo e dei loghi per il concorso di quest’anno, che rispecchiano la storia di Lisbona e sottolineano molto bene i valori fondamentali dell’Eurovision, inclusa la diversità. L’oceano collega tutti noi e la sua varietà può offrire una buona ispirazione per ciascuna delle 42 emittenti partecipanti che non vediamo l’ora di vedere a Lisbona il prossimo maggio .

  1. Albania (RTSH)
  2. Armenia (AMPTV)
  3. Australia (SBS)
  4. Austria (ORF)
  5. Azerbaigian (ICTIMAI TV)
  6. Bielorussia (BTRC)
  7. Belgio (VRT)
  8. Bulgaria (BNT)
  9. Cipro (CYBC)
  10. Croazia (HRT)
  11. Danimarca (DR)
  12. Estonia (ERR)
  13. Finlandia (YLE)
  14. Francia (FT)
  15. Germania (ARD / NDR)
  16. Georgia (GPB)
  17. Grecia (ERT)
  18. Irlanda (RTE)
  19. Islanda (RÚV)
  20. Israele (IPBC / KAN)
  21. Italia (RAI)
  22. Lettonia (LTV)
  23. Lituania (LRT)
  24. Malta (PBS)
  25. Moldavia (TRM)
  26. Montenegro (RTCG)
  27. Norvegia (NRK)
  28. Paesi Bassi (AVROTROS)
  29. Polonia (TVP)
  30. Portogallo (RTP)
  31. Regno Unito (BBC)
  32. Repubblica Ceca (CT)
  33. Romania (TVR)
  34. Russia (C1R)
  35. San Marino (RTV)
  36. Serbia (RTS)
  37. Slovenia (RTVSLO)
  38. Spagna (TVE)
  39. Svezia (SVT)
  40. Svizzera (SRG / SSR)
  41. Ucraina (UA: PBC)
  42. Ungheria (MTVA)

Il Reference Group, organo direttivo dell’Eurovision Song Contest (di cui fa parte anche il capo della delegazione italiana Nicola Caligiore), si è riunito a Lisbona per continuare la progettazione per l’evento del 2018. I rappresentanti della TV ospitante RTP hanno presentato le loro proposte per l’Eurovision Village, la sede del concorso e il centro stampa. Sono state discusse varie questioni, tra cui gli alloggi alberghieri, i trasporti e la vendite dei biglietti. Ulteriori informazioni sulla vendite dei biglietti saranno rilasciate nelle prossime settimane.

© EBU

Dopo la riunione Jon Ola Sand ha dichiarato che il Reference Group è estremamente soddisfatto dei progressi fatti finora. “I preparativi stanno andando molto bene. Sono impressionato dal modo in cui l’organizzazione della RTP sta avanzando, è un compito complicato e questa è la prima volta che il Portogallo la ha assunto e ci hanno fatto davvero una buona impressione”

 

Comments

comments